In questo articolo racconteremo di un caso di concorrenza sleale a Como, città natale di Reserv investigazioni, risolto dal nostro investigatore privato.

Nel corso del mese di giugno 2020 venivamo contatti dal Dottor T, titolare di un’azienda tessile importante della provincia di Como.

Questi lamentava di aver avuto sempre più crescenti sospetti circa la propria segretaria la quale aveva rassegnato le proprie dimissioni con regolare preavviso contrattuale.

Contestualmente il Signor T. aveva registrato alcune perdite dal suo portafoglio clienti.

Il nostro team proponeva quindi al Cliente di avviare un’attività di osservazione della dipendente per scongiurare un’ipotesi di concorrenza sleale.

Trascorso qualche giorno la segretaria veniva avvistata dagli operatori investigativi di Reserv Investigazioni in una zona isolata della provincia di Como in compagnia di un uomo. Dopo alcuni accertamenti si veniva a conoscenza che l’uomo in questione era titolare di un’azienda di Como concorrente al nostro cliente e che quindi i suoi sospetti potevano essere sicuramente validi.

Dopo aver accertato l’identità del concorrente, Reserv Investigazioni consigliava al cliente di proseguire con l’attività di pedinamento, coadiuvato da monitoraggio tramite localizzatore Gps, della dipendente infedele.

concorrenza sleale

Nel corso delle attività di investigazione era risultato che la segretaria del Dottor T. era solita incontrarsi con la concorrenza in luoghi appartati e lontani da occhi indiscreti, alla quale consegnava in più occasioni dei plichi di documenti che presumibilmente consentivano al titolare dell’azienda concorrente di avere un significativo vantaggio a danno del nostro cliente.

La concorrenza sleale configura illecito nel momento in cui venga messa in atto ogni trattativa d’affari in concorrenza con il proprio datore di lavoro, nei confronti del quale il dipendente ha un obbligo di fedeltà

Difatti, l’art. 2105 del nostro Codice civile sancisce che “il prestatore di lavoro non deve trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con l’imprenditore, né divulgare notizie attinenti all’organizzazione e ai metodi di produzione dell’impresa, o farne uso in modo da poter recare ad essa pregiudizio”.

Altresì la violazione dell’obbligo di fedeltà e, più in generale, comportamenti configurabili come concorrenza sleale, costituiscono giusta causa di licenziamento del lavoratore che è tenuto in aggiunta al risarcimento dell’eventuale danno arrecato.

La Corte di Cassazione, pronunciandosi con la sentenza 5708/1985, afferma inoltre che anche l’azienda concorrente che tragga vantaggi dal dipendente infedele possa essere considerata responsabile del reato di concorrenza sleale.

concorrenza sleale

Se sei un imprenditore e temi l’infedeltà di un tuo dipendente contatta Reserv Investigazioni al fine di evitare danni e perdite non sempre risanabili.

Contattaci al numero +39 3920078824 o manda un’email a info@reservinvestigazioni.it per avere una consulenza gratuita e senza impegno.

Consulta l’area dedicata alla DIVISIONE PER L’AZIENDA e nello specifico all’INFEDELTA’ DIPENDENTI E SOCI.

Clicca sul BOTTA e RISPOSTA con il nostro investigatore privato per conoscere la risposta a tante domande sul mondo delle investigazioni!!

Investigatore privato Milano|Como - Reserv Investigazioni offre servizi investigativi su misura: comprendiamo le necessità del cliente e rispondiamo adeguatamente ad ogni tipo di esigenza.

  • CONSULENZA GRATUITA
  • MASSIMA RISERVATEZZA
  • RISPOSTE RAPIDE
  • PREVENTIVO SU MISURA
  • REFERENTE SEMPRE DISPONIBILE

Per chi desidera avvalersi di un investigatore privato serio e professionale, la soluzione migliore è Investigatore privato Milano|Como – Reserv Investigazioni.

Chiamaci o scrivici ai contatti qui sotto!

  • +39 3920078824
  • info@reservinvestigazioni.it
investigatore privato

Reserv investigazioni s.r.l.

P.Iva 09392740966

Prot. N° 12150/Area 1/P.A. rilasciata dalla Prefettura di Como

Rivolgiti con fiducia alla nostra rete di professionisti!

Seguici sui nostri social

  • Operativi 24/7 in tutta Italia, CHIAMACI!
  • +39 3920078824
  • info@reservinvestigazioni.it