Tutela della persona 2017-08-30T16:49:25+00:00
Investigazioni investigazione privata aziendale

“Come la loro storia ci dice, i diritti non sono mai acquisiti una volta per tutte.
Sono sempre insidiati, a rischio”

S. Rodotà


Investigazioni per la tutela della persona

In base alle esigenze del Cliente, il Ns. studio, avvalendosi di personale altamente qualificato, è in grado di offrire un efficace sistema di tutela della persona, sia essa fisica o giuridica, fornendo un’ampia gamma di servizi volti:

  • Indagini patrimoniali
  • violazione dei doveri coniugali
  • Infedeltà coniugale
  • Determinazione dell’assegno di mantenimento
  • Affidamento minori
  • Controllo minori
  • Eredità controverse
  • Affidabilità badanti, colf e baby sitter
  • Stalking
  • Mobbing
  • Attività di indagine difensiva
  • Informativa forense
  • Consulenze tecniche informative

INDAGINI PREMATRIMONIALI

Nel corso della vita di un soggetto, l’impegno matrimoniale certamente rappresenta uno dei passi più impegnativi, sia sul lato personale che sul lato giuridico.
In questo contesto, un’efficace attività investigativa pre-matromionale può consentirci di conoscere preventivamente la persona che ci sta accanto.
Ai fini di una massima tutela, diviene importante avere la certezza che la persona con cui ci stiamo relazionando non assuma una condotta sfuggente, nello specifico su situazioni patrimoniali, abitudini di vita e frequentazioni.
Per dare risposte a questi quesiti, l’attività investigativa sarà rivolta a verificare:

  • la reale situazione patrimoniale del futuro coniuge
  • la veridicità delle informazioni circa lo stile di vita
  • uno screening della situazione familiare, sia attuale che passata
  • eventuali precedenti giudiziari o elementi pregiudizievoli.

La Ns. pluriennale esperienza ci consente di fornire al Cliente un profilo dettagliato, consentendogli di rafforzare la consapevolezza circa una delle più importanti scelta della propria vita.


VIOLAZIONE DEI DOVERI CONIUGALI

È risaputo che, all’interno di una coppia, rapporti incrinati e dissapori fra coniugi possono favorire l’insorgere, o l’accentuazione, di controversie in ambito economico o legate all’affidamento dei figli minori. In queste situazioni di crisi, un’attenta attività di investigazione può consentire al coniuge di acquisire prove adeguate da esibire in sede di separazione o divorzio giudiziale. Occorre ricordare, infatti, che il venire meno agli obblighi di assistenza morale e materiale, di collaborazione nell’interesse della famiglia, alla coabitazione e, in ultimo, alla fedeltà tra coniugi, possono determinare un addebito per “colpa” al coniuge inadempiente.
In questa fase, l’attività di investigazione svolta di Reserv si rivolge sia a privati che ad avvocati esperti in diritto di famiglia, consentendo l’elaborazione, a supporto delle sopravvenute ragioni di incompatibilità tra i coniugi, di accurati dossier circa il reale contesto coniugale, e mirando principalmente al reperimento di prove volte ad accertare l’infedeltà del coniuge ovvero la tenuta di comportamenti ritenuti incompatibili con gli obblighi matrimoniali.

Tra i servizi utili relativi alla presunta violazione dei doveri coniugale annoveriamo:

  • studio della documentazione fornita dal Cliente ed individuazione delle abitudini e stile di vita.
  • planning di intervento
  • pedinamento statico e dinamico, finalizzato alla raccolta di elementi comprovanti le frequentazioni e la condotta recidiva
  • elaborazione di dossier con riferimenti giurisprudenziali utili.

Su richiesta si offre la possibilità di integrare alla documentazione raccolta assistenza legale convenzionata con un professionista esperto in materia di famiglia.


INFEDELTÀ CONIUGALE

Tra le violazioni ai doveri coniugali, quella verso l’obbligo di fedeltà tra coniugi è, sicuramente, la più diffusa.
Molti fattori possono indurre una persona a pensare che il proprio coniuge stia vivendo una relazione extraconiugale.
In questo contesto, verificare le abitudini e le frequentazioni del proprio partner diviene il modo più efficace per scoprire un eventuale tradimento.
Reserv, con professionalità, si offre come valido ausilio al privato o al professionista.
Attraverso attività di osservazione e pedinamento, e operando nel massimo rispetto dei limiti di legge, il Ns. studio è in grado di scoprire un tradimento, documentando gli incontri con prove giuridicamente valide.
A scanso di equivoci, ricordiamo ai Ns. Clienti che:

  • controlli su tabulati telefonici
  • intercettazioni telefoniche, di sms, chat o email
  • violazioni di domicilio e riprese visive e sonore all’interno di dimore private.

Ove non specificatamente autorizzate dall’autorità giudiziaria, rappresentano prove di illecito reperimento e, costituendo reato, sono inutilizzabili a qualsiasi titolo in sede giudiziale.

Potete leggere maggiori informazioni visitando la pagina riservata alla: infedeltà coniugale.


DETERMINAZIONE DELL’ASSEGNO DI MANTENIMENTO

Nell’ambito della separazione coniugale, la definizione dell’assegno di mantenimento rappresenta uno dei profili di maggiore criticità nella trattativa tra gli ex coniugi.
Occorre ricordare che l’art. 156 del Codice Civile stabilisce, a vantaggio del coniuge a cui non sia addebitabile la separazione, il diritto a ricevere dall’altro coniuge, in misura del reddito, una somma periodica necessaria al mantenimento e che assicuri un tenore di vita analogo a quello goduto nel rapporto coniugale.
Ne consegue che il c.d. “assegno di mantenimento” sia spesso oggetto di lunghe liti giudiziarie in quanto, spesso l’obbligato cerca di eludere le proprie reali fonti di reddito o la sua consistenza patrimoniale.

Reserv supporta il Cliente o l’avvocato nelle trattative e nelle controversie giudiziali, offrendo la possibilità di documentare la reale situazione economico/finanziaria dell’ex coniuge, fornendo prove utilizzabili nelle opportune sedi giudiziarie.

L’attività investigativa sarà quindi finalizzata a:

  • individuare la situazione lavorativa dell’ex coniuge, e in particolare la determinazione del reale stipendio o guadagno percepito
  • documentare le concrete condizioni patrimoniali dell’ex coniuge, anche se solo in sua piena disponibilità
  • osservazione e documentazione dell’esatto tenore di vita dell’ex coniuge
  • appurare convivenze more uxorio.

I riscontri investigativi ottenuti in occasione di separazione giudiziale o di revisione dell’assegno precedentemente accordato:

  • studio della documentazione fornita dal Cliente o dal suo legale rappresentante, individuazione delle abitudini e stile di vita
  • planning di intervento
  • pedinamento statico e dinamico, finalizzato alla raccolta di elementi comprovanti le frequentazioni e la condotta recidiva
  • elaborazione dossier con riferimenti giurisprudenziali utili

potranno essere utilizzati nel procedimento di revisione dell’assegno di mantenimento precedentemente concesso.

Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina: assegno di mantenimento.


AFFIDAMENTO MINORI

Altro elemento critico, nei procedimenti di separazione e divorzio, è costituito dalla tutela dei minori coinvolti.
La loro particolare fragilità, infatti, ha portato all’elaborazione di leggi molto severe in materia del loro mantenimento, della loro istruzione e della loro crescita, sia essa fisica che intellettiva.
Reserv, con i suoi collaboratori, è in grado di affiancare il Cliente in questa delicata situazione, documentando eventuali violazioni degli obblighi di affidamento da parte dell’ex coniuge, concentrando le proprie indagini su quegli elementi che possono dimostrare la mancanza di attenzione verso il figlio o la scarsa o assente compatibilità con la crescita del minore delle persone o dei luoghi frequentati dall’ex coniuge.
L’attività di indagine sarà svolta attraverso pedinamenti ed osservazioni, nonché con tramite l’acquisizione di materiale fotografico e/o audio- video, conforme alla legge e pienamente utilizzabile in sede legale.

Nello specifico, le indagini saranno volte a determinare:

  • l’affidabilità dei nuovi partner o dei nuovi conviventi dell’ex coniuge
  • verificare le reali condizioni di vita del minore (idoneità di luoghi e persone frequentate)
  • verificare l’eventuale presenza di condizioni che possono determinare l’affidamento esclusivo
  • ri-determinazione della quota dell’assegno di mantenimento dei figli minori
  • uso di stupefacenti o abuso di bevande alcoliche da parte del genitore affidatario

CONTROLLO MINORI

L’adolescenza, si sa, è un periodo estremamente difficile.
La spinta di ribellione che spesso caratterizza i ragazzi in questa fase della crescita può portarli ad intraprendere strade pericolose. Ne è la prova la cronaca odierna, costellata minori che adottano comportamenti a rischio, infliggendo, o subendo a loro volta, atti di molestie, maltrattamenti, bullismo o cyber-bullismo.
Reserv, con metodo e discrezione, svolge attività di controllo minori, documentando con prove oggettive, e senza coinvolgimenti emotivi, gli atteggiamenti, abitudini e frequentazioni del proprio figlio, creando un valido supporto per successive analisi comportamentali.
Nel difficile dialogo tra genitori figli, che può sfociare in domande senza risposte in merito alle amicizie e alle abitudini del minore, uno studio investigativo discreto e competente è in grado di soddisfare questi interrogativi.
Reserv, operando con la massima riservatezza, osserva la quotidianità di questi ragazzi, fornendo ai genitori elementi utili ed efficaci per conoscere e circoscrivere la reale dimensione del problema.
Le Ns. indagini sotto copertura saranno rivolte a:

  • verificare eventuali atteggiamenti anomali
  • accertare la frequentazione di compagnie pregiudizievoli o l’utilizzo di sostanze stupefacenti
  • accertare la frequentazione di bande o criminali, anche se caratterizzate da meccanismi di segretezza
  • verificare l’eventuale assoggettamento del minore rispetto ad atteggiamenti di bullismo e violenza giovanile
  • verificare l’eventuale utilizzo di social network o l’iscrizione a chat ed a siti internet vietati ai minori.

In occasione di comportamenti anomali da parte del minore ed in momenti di criticità per il nucleo familiare:

  • studio della documentazione fornita e approfondito colloquio con il genitore ed individuazione delle abitudini
  • planning di intervento
  • pedinamento statico e dinamico, finalizzato alla raccolta di elementi utile ad interpretare le frequentazioni, stile di vita e presenza/utilizzo social media
  • individuazione di eventuali criticità
  • elaborazione dossier ed individuazione di elementi che possano essere giuridicamente rilavanti o potenzialmente dannosi per il minore.

All’interno del Ns. studio, collaboratori specializzati in mediazione familiare, criminologia forense e analisi comportamentale, possono fornire ulteriori spunti di riflessione per meglio interpretare eventuali comportamenti anomali.


EREDITÀ CONTROVERSE

La definizione delle controversie ereditarie, in presenza o meno di un lascito testamentario, possono sfociare in liti complesse e temporalmente molto impegnative.
Reserv, avvalendosi della collaborazione di professionisti specializzati in materia ereditaria, attraverso una completa analisi dei rapporti di parentela e dell’attendibilità delle specifiche disposizioni testamentarie, è in grado di accertare compravendite simulate, distrazione di beni dell’asse ereditario, accettazioni di fatto dell’eredità, identificare eredi e successibili e verificare l’esistenza dell’atto di rinuncia o accettazione con beneficio di inventario, elaborando un dossier esaustivo in grado di chiarire la posizione del Cliente.
Completano il dossier investigativo prove legalmente valide ed utilizzabili in sede giudiziaria e comprendenti visure, documenti d’archivio, testimonianze e prove video-fotografiche, integrate da studi più approfonditi quali perizie calligrafiche, esami grafologici e avanzati test per la datazione della carta e dei materiali.


AFFIDABILITÀ BADANTI, COLF E BABY SITTER

La scelta delle persone a cui voglia affidare la cura dei nostri cari e della nostra casa è estremamente importante.
Reserv supporta il cliente nella selezione dei collaboratori domestici, attraverso un’attività di indagine volta a documentare le referenze, l’attendibilità e la serietà dei candidati, verificando la veridicità del curriculum, le referenze, la moralità e le loro frequentazioni, consentendo al Cliente di poter operare la migliore scelta possibile.

In occasione dell’inserimento di un collaboratore domestico:

  • studio della documentazione fornita dal Cliente
  • verifica della veridicità delle dichiarazioni, pregiudizievoli e referenze lavorative
  • elaborazione dossier e segnalazione di eventuali “red flags”.

STALKING

Con il reato di stalking, punito ai sensi dell’articolo 612-bis del Codice penale, intendiamo tutti quegli atti persecutori, molestie fisiche e sessuali, pedinamenti, appostamenti, molestie tramite telefono o mail che alterano in maniera considerevole la qualità della vita della vittima.
Reserv, attraverso dettagliate indagini, è in grado di assistere il Cliente documentando, con prove giuridicamente utilizzabili, l’attività persecutoria e collaborando, in caso di flagranza di reato, con l’attività delle forze dell’ordine.


MOBBING

Il fenomeno del mobbing è generalmente riconducibile ad un insieme di comportamenti quali abusi psicologici, emarginazione, soprusi, vessazioni, umiliazioni compiute verso un soggetto in ambito lavorativo.
Il mobbing è, generalmente, di difficile dimostrazione, quindi un corretta preparazione e conoscenza del fenomeno rappresenta un elemento essenziale per identificare il problema all’origine e studiare efficaci e tempestive contromisure.
Reserv può rappresentare un valido alleato del lavoratore.
Attraverso una lecita e discreta attività di investigazione, i nostri collaboratori sono in grado di raccogliere tutte le prove utili in giudizio, documentando in maniera efficace quei comportamenti, tenuti dal datore di lavoro o dai colleghi, finalizzati all’emarginazione del lavoratore.


ATTIVITÀ DI INDAGINE DIFENSIVA

Con indagini difensive si identificano tutte quelle attività di indagine che il difensore ha la facoltà di svolgere nell’interesse del proprio assistito.
Come stabilito dalla legge 397/2000, le parti private coinvolte in un procedimento penale hanno oggi il diritto di potersi avvalere di esperti consulenti, permettendo a quest’ultime di rapportarsi alla pubblica accusa attraverso investigazioni del tutto indipendenti.
Questa potenziale parità investigativa tra accusa e difesa si concretizza nella possibilità, per l’avvocato, di avvalersi di investigatori privati e consulenti tecnici a cui affidare indagini e perizie tecniche di vario tipo.
Reserv, attraverso la sua rete di consulenti, supporta il professionista, consentendogli di affidarsi a personale tecnico estremamente specializzato in consulenze tecniche forensi.


INFORMATICA FORENSE

Con il termine informatica Forense – computer forensics – si intendono tutte quelle pratiche scientifiche volte all’analisi dei supporti digitali e di archiviazione dei dati, finalizzate al reperimento di informazioni rilevanti a svariati fini, non per ultimo il loro utilizzo in procedimenti giudiziari.
Da queste distinguiamo le pratiche di “digital forensics”, volte alla ricerca di dati e informazioni presenti su dispositivi mobili, quali smartphone e tablet, e le pratiche di “network forenscs”, che espandono il loro ambito di ricerca all’intera rete internet.
Le attività appena menzionate si concretizzano principalmente in attività di indagini volte a verificare l’utilizzo di sistemi informatici per svolgere attività illegali o pratiche non autorizzate, attraverso l’acquisizione, l’identificazione e l’interpretazione dei dati presenti all’interno dei sistemi stessi.
L’operatore, nel corso della propria indagine, dovrà utilizzare le migliori modalità per reperire ed analizzare il dato senza alterarlo ne compromettere l’ambiente all’interno del quale lo stesso si trova.
Reserv si avvale di tecnologie costantemente aggiornate e certificate e di personale specificatamente addestrato per far fronte alle richieste del Cliente, recuperando i dati contenuti in dischi rigidi senza danneggiare o alterare in alcun modo il dispositivo, garantendo la possibilità di poter effettuare eventuali perizie informatiche successive.


CONSULENZE TECNICHE INFORMATICHE

A norma dell’articolo 201 del Codice di procedure civile, il nostro ordinamento ha previsto la possibilità per le parti in causa di nominare, a seguito della nomina di parte del giudice di un consulente tecnico di ufficio (CTU), un consulente tecnico di parte, noto come CTP.
Il CTP è un libero professionista operante in un determinato campo tecnico-scientifico a cui la legge, a seguito di un conferimento di incarico ai sensi dell’articolo precedentemente citato, attribuisce compiti di verifica dell’operato del CTU, garantendo il mantenimento del contraddittorio tra le parti anche in sede di perizia.
Nello specifico, la perizia informatica ad uso forense è volta alla ricerca ed acquisizione delle prove contenute in dispositivi elettronici, al fine di una loro utilizzazione in fase di giudizio.

Reserv, avvalendosi di consulenti altamente specializzati, supporta l’avvocato in questa delicata fase.
Utilizzando tecniche avanzate ed estremamente rigorose, i Ns. tecnici sono in grado di acquisire, analizzare e conservare il materiale probatorio reperito in sede di indagine, garantendo un’efficace azione di:

  • analisi forense su smartphone, tablet, navigatori satellitari
  • perizie su dispositivi digitali e supporti informatici o hard disk
  • estrazione messaggi da smartphone
  • recupero dati cancellati da pc, cellulari e dispositivi informatici in generale
  • contro perizie
  • analisi di sistemi server e client.

Reserv Investigazioni Srl. P.iva 09392740966

Licenza Prot. N. 12150/Area 1/ P.A rilasciata dall’autorità Governativa.

Chiamaci, operiamo in tutta Italia:

+39.392.0078824